Pietrasanta in festa per San Biagio

Domenica 3 e lunedì 4 febbraio Pietrasanta festeggia San Biagio: fiera, animali in mostra, mercato contadino e menu speciali nei ristoranti

 

Per tanti pietrasantini, e non solo, è un appuntamento imperdibile. Le bancarelle in centro, con mercanzie a buon mercato, brigidini, porchetta e croccante. La mostra degli animali: cavalli, cani, mucche, galline, caprette… E poi il luna park, i menu speciali nei ristoranti. E, non meno importante, la benedizione della gola.

San Biagio e San Biagino, il 3 e 4 febbraio, sono giorni di festa a Pietrasanta. Una festa tradizionale, ancora molto sentita.

E pure se il tempo minaccia di non essere clemente, anche quest’anno il centro storico è pronto per l’appuntamento.

 

La fiera

Gli espositori saranno in tutto 240, provenienti da tutta la Toscana e anche da altre regioni. In via Oberdan si troveranno i prodotti tipici e in piazza Crispi gli agricoltori, con i prodotti a filiera corta. L’artigianato di CoseVive e Quercetarte saranno nelle corti Lotti e dei Glicini.

E in piazza Piazza Tommasi l’immancabile luna park.

La Cia, Confederazione italiana agricoltori della Versilia, porterà alcune eccellenze dei suoi associati. Lumache, erbe aromatiche, formaggi freschi e stagionati e yogurt, olio d’oliva, salumi e preparati di cinta senese.
Tra le iniziative della Cia anche un laboratorio (il 3 febbraio alle 11) per imparare a produrre in casa sapone a Km zero.

 

Animali da fattoria (e non solo)

Alpaca peruviani e pecore del Suffolk. E poi falchi, gufi, pappagalli, conigli, lepri selvatiche, il bue maremmano e di razza chianina. Sono tantissimi gli animali che popoleranno la mostra agro-zootecnica in piazza Matteotti, davanti al Comune, grazie a ben 33 operatori del settore.
In programma tanti momenti dedicati ai bambini e alla conoscenza degli animali: un mini-circuito per cavalcare in sella ad asini e pony, esibizioni con la mula domata, gimkane a cavallo, dimostrazioni di monta spagnola con cavalli andalusi. E per i cani, prove di obedience, disco-dog e agility dog.

 

I ristoranti

Nei ristoranti di Pietrasanta, in realtà, San Biagio è già iniziato: già da lunedì 28 alcuni hanno iniziato a proporre i loro speciali menu di San Biagio. E gli altri, per un totale di 19 ristoranti, si aggiungeranno via via, fino al clou, tra sabato e lunedì.

I prezzi vanno dai 25 ai 40 euro, a pranzo o a cena.

La benedizione della gola

Ma San Biagio è anche un appuntamento religioso. Le celebrazioni sacre si svolgeranno nel Duomo di San Martino. Oltre alle sante Messe, si potrà partecipare alla benedizione della gola domenica 3 febbraio (nei momenti in cui non è celebrata la liturgia) e lunedì 4 febbraio dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 17.

 

Mostre e musei

Tutti i musei cittadini restano aperti nei due giorni di festa, con ingresso libero.

Oltre al museo dei Bozzetti, al Barsanti e al museo archeologico, si può visitare, nella chiesa e nel chiostro di Sant’Agostino, la mostra retrospettiva di Romano Cosci Le mani e l’anima. La Sala delle Grasce, sempre in Sant’Agostino l’artista pietrasantino Gianmarco Passerini con la mostra Il lungo viaggio nel mondo onirico.

Per i curiosi di storia, la Sala del Coniglio in via del Marzocco sarà aperta al pubblico, in via eccezionale, domenica 3 dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 e lunedì 4 dalle 16 alle 19.