Pietrasanta, riaprono mostre e musei

Con l’ingresso della Toscana in zona gialla riaprono, anche a Pietrasanta, dopo circa due mesi, mostre e musei. Le aperture sono estese ai week end, ma per le visite effettuate il sabato e la domenica è necessario prenotare, telefonando allo 0584 795500 (lunedì dalle 14 alle 19, dal martedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19, e la domenica dalle 16 alle 19).

L’ingresso ai musei cittadini è libero e gratuito.

Si può visitare di nuovo il Museo dei Bozzetti nel Chiostro di Sant’Agostino, che custodisce la più importante collezione di bozzetti e modelli del mondo, il Museo Archeologico “Bruno Antonucci” a piano terra di Palazzo Moroni, il museo dedicato all’inventore del motore a scoppio Padre Eugenio Barsanti, a Palazzo Panichi, e la Casa Natale di Giosuè Carducci a Valdicastello.

Fino al 23 maggio è in corso inoltre la mostra Il tempo, dei maestri della ceramica Bertozzi & Casoni, nel complesso di Sant’Agostino. Il 2 giugno chiude la personale di Eli Benveniste Portraits of my friends, nella Sala delle Grasce. Mentre dal 1° al 16 maggio si può visitare la mostra fotografica Just One, del gruppo fotografico Iperfocale nella Sala del San Leone  .

In piazza Duomo, infine, è esposta l’istallazione La Piazza in Attesa, a cura della Nag Gallery.

 

Nella foto, il Museo dei bozzetti