Puccini, tutti i capolavori al Festival

Dalla Manon alla Turandot, in scena al Gran Teatro di Torre del Lago le opere del maestro. Con il Trittico che compie 100 anni

di Redazione

Dal primo successo, la Manon Lescaut, in scena il 26 luglio, all’ultimo capolavoro, la Turandot, che sarà rappresentata il 14, il 21 e il 28 luglio e il 17 agosto. Il cartellone del 64° Festival Pucciniano, in scena al Gran Teatro di Torre del Lago, copre quasi interamente la produzione di Giacomo Puccini, e comprende anche il Trittico, nel centenario della prima rappresentazione.

La prima delle opere in calendario è proprio l’incompiuta Turandot (il 14, 21 e 28 luglio e il 17 agosto 2018). La rappresentazione riprende l’allestimento con cui lo scrittore e giornalista Alfonso Signorini ha debuttato alla regia nel 2017, mentre le scene sono firmate da Carla Tolomeo e i costumi dallo stilista Fausto Puglisi, (con Leila Fteita). Sul podio, nella “prima” del 14 luglio, il direttore Alberto Veronesi, che del Festival Pucciniano è anche presidente.

Nuovo allestimento invece per la Tosca (15 luglio, 4 e 12 agosto), firmata alla regia da Giancarlo Del Monaco, figlio del grande tenore Mario, e realizzata in coproduzione con il Teatro dell’Opera di Georgia – Tblisi.

La “Madama Butterfly delle meraviglie” (20 luglio, 10 e 18 agosto), ripropone la splendida scenografia realizzata nel 2000 dallo scultore giapponese Kan Yasuda, mentre la regia è di Vivien A. Hewitt e i costumi sono firmati da Regina Schrecker.

Alberto Signorini firma la regia di un altro capolavoro pucciniano, La Bohème (27 luglio, 3 agosto), presentata in un nuovo allestimento. Nella rappresentazione del 27 la direzione è del maestro Veronesi, mentre Elena Mosuc, considerata una delle maggiori interpreti del bel canto romantico, si calerà nella parte di Mimì, e Rodolfo sarà interpretato da Francesco Demuro.

A 100 anni dalla prima rappresentazione, il Festival Pucciniano festeggia poi il Trittico (11 e 25 agosto), vale a dire i tre atti unici Il Tabarro, Suor Angelica e Gianni Schicchi, nell’allestimento dell’Opera di Stato Ungherese, per la regia di Ferenc Anger e con l’Orchestra regionale della Toscana. Il Trittico andò in scena per la prima volta il 14 dicembre del 1918 al Metropolitan di New York.

A integrare il cartellone delle opere, il 26 luglio la Manon Lescaut sarà rappresentata in forma semiscenica, con orchestra, coro e solisti del Teatro di Tblisi.

Cosa: 64° Festival Pucciniano

Dove: Gran Teatro all’aperto Giacomo Puccini, via delle Torbiere – telefono 0584 350567

Quando: dal 14 luglio al 25 agosto 2018
Inizio spettacoli ore 21,15

Biglietti: da 19,50 a 159 euro. Prevendita: Festival Puccini