Sally Gall e Peter Simon Mühlhäußer alla Accesso Galleria di Pietrasanta

Fotografia e scultura per la mostra bi-personale “Sally Gall e Peter Simon Mühlhäußer. Harmony of Contrasts”, dal 21 luglio alla Accesso Galleria di Pietrasanta

 

Gioca su una inusuale combinazione tra fotografia e scultura contemporanee la mostra bi-personale Sally Gall e Peter Simon Mühlhäußer. Harmony of Contrasts, esposta dal 21 luglio al 26 agosto alla Accesso Galleria di Pietrasanta. L’inaugurazione è sabato 20 luglio, alle 19.

Alla sua prima mostra in Europa, l’artista americana Sally Gall, nata a Washington nel 1956, espone otto fotografie – di grande formato e a colori – tratte dal progetto Aerial, nato in occasione di un viaggio in Italia.

Lo scultore tedesco Peter Simon Mühlhäußer (Göppingen, 1982) propone invece quattro opere della serie Digital Notion in sabbia di cristalli di quarzite, di medie e grandi dimensioni.

La mostra è completata dalla pubblicazione di un catalogo che include le immagini delle opere esposte e apparati bio-bibliografici aggiornati.

 

L’armonia dei contrasti

L’armonia dei contrasti, che si legge nella traduzione italiana del titolo, si articola in un dialogo

Peter-Simon-Mühlhäußer

Peter Simon Mühlhäußer, “Elucidate”, 2019, sabbia di cristalli di quarzite, cm 85x53x36

complementare. Gall fotografa in scatti ariosi e vivaci il bucato steso esortando il pubblico a guardare fuori da sé, concentrando lo sguardo sulla sinuosità delle linee aeree dei panni. Mentre il lavoro di Mühlhäußer è introspettivo: le sue sculture, oscure nei colori e nell’atteggiamento, appaiono immobili e ripiegate su loro stesse.

È inoltre l’equilibrio estetico tra organico e inorganico a legare le ricerche dei due artisti. Gall fotografa oggetti inorganici che, attraverso la lente della sua interpretazione, suggeriscono le sembianze di esseri organici. Mühlhäußer modella la materia organica delle sue sculture – che rappresentano figure umane – in volumi e strutture geometriche.

 

Sally Gall

L’obiettivo della fotografa americana punta in alto. A far da sfondo alle fotografie è un cielo terso e soleggiato, puntellato dai colori sgargianti, spesso primari, degli oggetti in primo piano. Oggetti di uso quotidiano si trasformano in immagini organiche di creature marine, uccelli e fiori. “Cerco la poesia nel quotidiano ed il miracoloso nell’ordinario”, dichiara la fotografa per spiegare la finalità della sua poetica.

Le opere di Sally Gall sono conservate in numerose collezioni pubbliche e private, incluse il The Whitney Museum of American Art, The Solomon R. Guggenheim Museum, The San Francisco Museum of Modern Art, il Museum of Fine Art di Houston (USA) e la Bibliothèque Nationale di Parigi.

 

Peter Simon Mühlhäußer

Nella serie Digital Notion, lo scultore tedesco, per la prima volta, ha creato le sue opere muovendosi esclusivamente all’interno del mondo digitale. Ogni lavoro è concepito e modellato su piattaforma digitale, tramite un touch-screen.

Le sculture presentano forme organiche attraverso una modellazione realistica: le curve dei corpi scivolano l’una dentro l’altra, le forme collidono per creare nuove figure. Gli elementi geometrici che le imbrigliano riproducono simbolicamente la complessità delle connessioni interpersonali e mostrano le fragilità umane insieme alla necessità, talvolta, di ergere difese.

 

Info

Cosa: Sally Gall e Peter Simon Mühlhäußer. Harmony of Contrasts
Dove: Accesso Galleria, via del Marzocco 68-70, Pietrasanta
Quando: dal 21 luglio al 26 agosto 2019. Orario: da lunedì a giovedì: 18-23; da venerdì a domenica: 10.30-12.30 e 18-24
Inaugurazione sabato 20 luglio, ore 19
Ingresso libero
Per informazioni: tel. 340 4104004, email info@accessogalleria.com

 

Foto grande: Sally Gall, Blooms (2014), stampa fine a pigmenti, cm 76×112