Scultori dal vivo alla Fondazione Arkad di Seravezza

Per una settimana, a partire da lunedì 13 agosto, dieci artisti lavoreranno il marmo in diretta, davanti al pubblico. L’iniziativa rientra nel progetto “Cava”

di redazione

Vedere un’opera d’arte che prende forma davanti ai propri occhi, giorno dopo giorno: un’emozione rara per chi non è un addetto ai lavori. E un’emozione che la Fondazione Arkad di Seravezza ha deciso di regalare al pubblico.

Per una settimana, da lunedì 13 agosto a domenica 19, dieci artisti Studio Artco – Cynthia Sah, Nicolas Bertoux, Andrea Bianchi, Aurelien Boussin, Umit Turgay Durgun, Joel Richard, Silvano Cattai, Alfedo Pioli, Jiefu Zhou e Bernard Blaque – saranno impegnati nella lavorazione “live” di blocchi e spessori di marmo Cipollino.

Il marmo è estratto da Cava Luana Marmi, nel territorio di Vagli, in Garfagnana. Un materiale d’eccezione che gli scultori lavoreranno in bassorilievo dinanzi al pubblico, che potrà liberamente assistere ogni pomeriggio dalle ore 16 alle ore 19.

In corso d’opera, venerdì 17 agosto alle ore 19, ai presenti verrà offerto un fresco “spuntino del cavatore”, con i prodotti e i sapori tradizionali delle Alpi Apuane.

Il momento conviviale introdurrà l’incontro narrativo con lo storico Costantino Paolicchi che, la sera di venerdì 17 agosto (inizio ore 21) parlerà della “congiura della facciata di San Lorenzo, Michelangelo vittima illustre del potere politico”.

Le iniziativa rientrano nell’ambito del progetto “Cava”, in corso a Seravezza fino al 28 ottobre, negli spazi degli studi Artco, accanto al Palazzo Mediceo.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero. È consigliata la prenotazione, telefonando allo 0584 757034 o scrivendo a info@arkad.it.

 

Foto: “Orchid”, scultura monumentale di Cynthia Sah