Seravezza: secondo appuntamento con la rassegna “Frontiere”

Prosegue alle Scuderie Granducali di Seravezza la rassegna cinematografica Frontiere, dedicata al tema delle

Nella foto della GuardiaCostiera un salvataggio in mare

migrazioni.

Mercoledì 17 ottobre alle 21,15 si proietta il docufilm La libertà non deve morire in mare, di Alfredo Lo Piero. Un film che vuole dar voce ai migranti che sbarcano sulle nostre coste, con un racconto quasi in presa diretta e senza gli artifici della fiction cinematografica. Il documentario ha ricevuto il patrocinio di Amnesty International per l’alto valore nella tutela dei diritti umani.

La proiezione sarà introdotta dall’assessore al sociale del Comune di Seravezza Orietta Guidugli e dall’assessore al sociale del Comune di Massarosa Simona Barsotti. Interverranno anche Marco Ferrari, operatore legale presso strutture Cas della Provincia di Massa Carrara e consulente per progetti di inclusione, e Saho Mamadou, titolare di protezione sussidiaria e mediatore culturale.

Attesi alla serata anche gli operatori della Misericordia di Lido di Camaiore che gestisce il centro di accoglienza di Seravezza e alcuni migranti ospiti in strutture della Versilia. Si parlerà tra l’altro dell’evoluzione attuale dell’emergenza sbarchi e di temi umanitari legati ai salvataggi e all’assistenza in mare. Dopo la proiezione si potranno commentare con il pubblico le immagini viste.

L’ingresso è gratuito.