Seravezza: torna Cibart, nel segno di Leonardo

Da venerdì 26 a domenica 28 luglio il centro di Seravezza ospita la quarta edizione di Cibart, tra cibo e arte. Tutta nel segno di Leonardo da Vinci

 

Torna a Seravezza Cibart, la rassegna di arte e cibo che anima per un week end il cuore della città. E sceglie di celebrare i 500 anni dalla scomparsa di Leonardo con una edizione dedicata al genio di Vinci e ai quattro elementi – terra, acqua, aria e fuoco – in ricordo degli studi naturalistici di Leonardo.

 

L’arte…

Il centro storico di Seravezza si trasformerà per tre giorni, dal 26 al 28 luglio, in un grande spazio di esposizioni e di spettacoli a cielo aperto. Nei quattro quadranti in cui il centro sarà suddiviso, e dedicati ognuno a uno degli elementi naturali, esporranno le loro opere o realizzeranno le loro performance dal vivo decine di artisti internazionali.

Coinvolto anche Palazzo Rossetti qui ogni stanza ospiterà un artista diverso.

Ricchissimo il programma, tra scultura, pittura, street-art, sand-art (creazioni con la sabbia), ebru-art (dipinti sull’acqua), fotografia, danza, momenti di riflessione e di approfondimento culturale, musica dal vivo, percorsi del gusto, letture.

A corollario dell’esposizione eventi e performance, anch’essi dedicati ai quattro elementi. E poi le ormai tradizionali installazioni di urban knitting, con lampioni, pali e alberi ricoperti di coloratissime coperture fatte a mano, a maglia e all’uncinetto.

Ospite d’onore della rassegna sarà una delegazione di artisti coreani.

 

… e il cibo

Ma Cibart è anche dedicata al cibo. Un’intera sezione ospiterà con i truck dei migliori street food delle regioni italiane, e i vini in degustazione. I locali e i ristoranti del centro saranno aperti fino a notte fonda con menù e specialità selezionate ad hoc per l’evento.

E di cibo, e del rapporto di Leonardo con esso, se ne parlerà diffusamente. Con la presentazione (domenica alle 20 in piazza Carducci) del libro Leonardo non era vegetariano (Maschietto editore) che racconta fatti e aneddoti del rapporto di Leonardo con il cibo, e anche le ricette di Enrico Panero.

 

Libri e incontri

Ma non si tratta dell’unico appuntamento dedicato ai libri. Sabato, alle 19,45 in piazza Carducci si parlerà di Leonardo e i quattro elementi, a cura della storica dell’arte Sara Taglialagamba, dedicato proprio al tema che ispira Cibart 2019.

Mentre domenica (piazza Carducci, ore 19,30), l’architetto Andrea Tenerini presenterà il libro Frammenti di arte francese in Versilia. I monumenti di Henraux.

E ci sarà anche un talk show, dedicato all’acqua, e curato da Fabrizio Diolaiuti. Il titolo, ironico, è Perdersi in un bicchier d’acqua.

 

Le performance

Molti degli artisti presenti realizzeranno le loro opere “in diretta”. E molte saranno le performance. Come quelle di Momolab, tutte le sere intorno alle 21 al Ponte Passerella. Gli spettacoli di sand-art di Donatello Pentassuglia (piazza Carducci, da venerdì a domenica). E la ebru-art di Lara Androvandi (sabato alle 21,30 e alle 23,30 e domenica alle 22, in piazza Carducci).

 

Gli spettacoli

Venerdì, poco prima delle 22, il Ponte Passerella ospita uno spettacolo di violino e danza, cui seguirà alle 22,30 uno spettacolo di arte coreana, che sarà replicato in Duomo sabato e domenica.

E alla musica dei Floydian, tribute band dei Pink Floyd è dedicato lo spettacolo di chiusura, alle 22,15 di domenica in piazza Carducci.

 

Info

Cosa: Cibart 2019. Omaggio a Leonardo da Vinci
Dove: Centro storico di Seravezza
Quando: da venerdì 26 a domenica 28 luglio, a partire dalle 19
Servizio navetta gratuito dal parcheggio del terminal ferroviario di Querceta

 

Nella foto: tributo a Leonardo, di Kerstin Becker