Storia, a Villa Bertelli il documentario “Il Capitano dei ghiacci”

Venerdì 13 dicembre a Villa Bertelli, a Forte dei Marmi, il documentario “Il Capitano dei ghiacci”. In sala il regista, Matteo Raffaelli e il produttore Marco Nereo Rotelli

 

Il 3 settembre del 1918, durante la battaglia del San Matteo, probabilmente la battaglia più in altitudine della storia, morì il Capitano Arnaldo Berni. Il suo corpo è rimasto lì, sepolto fra i ghiacci.

Da più di vent’anni, ogni primavera, Bepi Magrin, Tenente Colonnello degli Alpini in pensione, guida alpina militare ed esperto di guerra, torna sul ghiacciaio per cercare i resti del Capitano.

Ad Arnaldo Berni, e a Bepi Magrin, è dedicato il documentario Il Capitano dei ghiacci, del regista fortemarmino Matteo Raffaelli.

E venerdì 13 dicembre, Raffaelli sarà nella sua città, a Villa Bertelli, per una proiezione speciale del film. Con lui ci sarà anche Marco Nereo Rotelli, produttore del film insieme a Elena Lombardi (ore 21).

Quando cadde in battaglia, Arnaldo aveva soli 24 anni. Con i suoi uomini stava difendendo la posizione di Cima San Matteo, a ben 3.680 metri di altezza, strappata alle forze austro-ungariche alcune settimane prima.

Ai primi di settembre le truppe nemiche contrattaccarono violentemente, sottoponendo i soldati italiani a una pioggia di fuoco impressionante. Il corpo di Berni non venne trovato. Da allora, parenti, amici e commilitoni, e ora anche Bepi Magrin, lo cercano, in quella montagna lombarda splendente e magica.

 

Info

Cosa: Il Capitano dei ghiacci di Matteo Raffaelli
Quando: venerdì 13 dicembre, ore 21
Dove: Villa Bertelli, via Mazzini 200, Forte dei Marmi
Ingresso libero