Teatro: a Seravezza la “Nancy” di Riccardo Goretti

Lunedì 4 febbraio alle Scuderie Granducali di Seravezza, Annunziata detta Nancy, di e con Riccardo Goretti

 

“Mi chiamo Celli Annunziata, sono nata a Papiano… mi pare, il 26 di marzo 1923, e sono la nonna della persona che vi sta davanti in questo momento”.

È il curioso incipit di Annunziata detta Nancy, lo spettacolo-monologo che l’attore e autore aretino Riccardo Goretti porta in scena lunedì 4 febbraio alle Scuderie Granducali di Seravezza (ore 21,15).

Un avvio paradossale per una storia intima e ironica, in cui il protagonista veste di volta in volta i panni di sua nonna, e poi suo padre, sua madre. E attraverso le vicende familiari, legge e interpreta alcune pagine degli ultimi 80 anni della nostra storia.

“Tutti noi non siamo, né siamo mai stati, né saremo mai solo il nostro corpo”, dice Goretti. Annunziata detta Nancy, aggiunge, è “un monologo semplice e diretto, per raccontare i molti corpi della persona che vi sta davanti. Per raccontare il passaggio di testimone da donna a uomo a donna a uomo nel secolo che ha visto i suoi anziani diventare vecchi in uno schioccar di dita, i suoi bambini perdere un’infanzia che non hanno mai avuto, i suoi trentenni arrabbiarsi sempre con la generazione precedente, e farci la pace solo una volta preso il loro posto, nessuno stare bene con nessuno. La solitudine non è difficile da sopportare, è impossibile da ottenere”.

 

Cosa: Annunziata detta Nancy, di e con Riccardo Goretti
Quando: lunedì 4 febbraio, ore 21,15
Dove: Scuderie Granducali, via del Palazzo 124, Seravezza
Biglietti: 16 – 12 – 10 euro (ridotti: 14 – 12 – 8 euro)
Prevendita: venerdì 1° febbraio dalle 10 alle 13, segreteria Fondazione Terre Medicee, Palazzo Mediceo (telefono 0584 756046, e-mail segreteria@terremedicee.it) e su www.vivaticket.it