Teatro, allo Jenco “La porta proibita”

Domenica 3 febbraio, AttoDue e Luglio Bambino presentano lo spettacolo La porta proibita, al teatro Jenco di Viareggio

 

Nel palazzo dell’Orco è l’unica che non si può aprire. È la porta proibita, che nasconde chissà quali segreti. La porta proibita è il testo di Manola Nifosì che andrà in scena domenica 3 febbraio al Teatro Jenco di Viareggio (ore 16,30).

Lo spettacolo, adatto a bambini dai sei anni in su, è interpretato dalla stessa Nifosì, che cura anche la regia, e da Sergio Aguirre, Elena Fabiani e Luigi Monticelli.

“Questa storia l’ho ascoltata da mia nonna, che l’aveva ascoltata da sua nonna che l’aveva ascoltata…”. Inizia così lo spettacolo, che racconta di un tempo in cui la carestia e le calamità hanno ridotto tutti alla miseria e alla fame.

Il vecchio Tonio non ha più niente da dare alle sue figlie: né un biscotto secco, né un tozzo di pane, né una briciola di formaggio.

Ma nell’orto dell’Orco, oltre il campo degli ulivi, al di là delle alte mura, ci sono frutta e verdure di ogni tipo e qualità. E nel palazzo dell’Orco, con le sue 50 stanze, c’è la porta proibita: per riuscire ad aprirla, bisognerà porsi le domande giuste.

La porta proibita è una produzione AttoDue – Luglio Bambino. I costumi sono di Alessandra Vadalà, la scenografia di Cristina Conticelli. Musiche a cura di Luigi Monticelli.

 

Cosa: La porta proibita, di e con Manola Nifosì
Dove: Teatro Jenco, via Menini 51, Viareggio
Quando: domenica 3 febbraio, ore 16,30
Biglietti: intero 12 euro, ridotto 8 euro
Per informazioni: tel. 346 3038170 – info@teatrojenco.com