Teatro: “Racconti di resistenza” al Cro di Pietrasanta

LO SPETTACOLO “EVA E IL VERBO” IN PROGRAMMA L’8 MARZO E’ STATO ANNULLATO IN SEGUITO AL DECRETO DEL 4 MARZO 2020 SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS

Al Cro di Pietrasanta la rassegna teatrale “Racconti di resistenza”. Il primo appuntamento, “Eva e il Verbo”, con Silvana Filippelli, previsto l’8 marzo 2020, è stato annullato

 

Cinque storie di persone reali o archetipi: tema comune il diritto di esistere/resistere. Chiavi narrative diverse ma sempre improntate alla ricerca di ciò che di universale accomuna tutti noi: il coraggio e la paura, il desiderio di affermazione individuale e il bisogno di sentirsi inseriti in una comunità, la voglia di cambiare il mondo e l’amore per le piccole cose di ogni giorno.

Sono i temi al centro di Racconti di resistenza, la breve rassegna teatrale che inizia domenica 8 marzo al Cro di Pietrasanta.

 

Eva e il Verbo

Il primo appuntamento, previsto per l’8 marzo ma rinviato a data da definire, è con Eva e il Verbo, testo di Carlo Terron, interpretato da Silvana Filippelli. Eva è la protagonista di un monologo che è anche un dialogo con un interlocutore muto, il Serpente. È una donna stanca, sente vicina la vecchiaia, con Adamo non riesce più a comunicare, la sua unica consolazione Abele il figlio prediletto. Dopo la Caduta niente è più andato per il verso giusto. Ma Eva non si sente in colpa. Se le cose vanno sempre peggio, responsabile è la logica maschile con il suo bisogno di catalogare, razionalizzare, la smania di sfruttare la natura, di possedere e accumulare. A questa deriva autoritaria e punitiva Eva contrappone l’adesione incondizionata al ritmo della natura, il libero vissuto dei sensi, l’immediatezza dei sentimenti.

 

La rassegna

Salvo rinvii legati all’emergenza coronavirus, Racconti di resistenza prosegue domenica 22 marzo con Gobbo a Mattoni, di Riccardo Goretti, con Riccardo Goretti e Massimo Bonechi. Domenica 26 aprile sarà la volta di Bartali: prima tappa, di Paola Bigatto e Lisa Capaccioli, con con Francesco Dendi. Elisabetta Salvatori sarà la protagonista, domenica 10 maggio, di Il partigiano Amos. A chiudere la rassegna sarà, domenica 24 maggio, il Discorso sul Mito: il fuoco di Prometeo, di e con Vittorio Continelli.

Tutti gli spettacoli iniziano alle 21,15. Prima degli spettacoli si potrà partecipare, dalle 20, a una cena a buffet con i prodotti del territorio (15 euro).