Teatro, Tazio Torrini al Cro di Pietrasanta

Martedì 9 luglio Tazio Torrini interpreta il monologo “Hess”, della drammaturga rumena Alina Nelega. Ore 22, al Cro di Pietrasanta

 

Rudolf Hess è stato compagno di Hitler, con cui ha diviso la prigione, la stesura del Mein Kampf e la carriera, fino a divenirne vice e successore designato.

A questo personaggio la drammaturga rumena Alina Nelega ha dedicato un testo (titolo originale I Dieci Comandamenti secondo Hess), un monologo teatrale che Tazio Torrini ha scelto di reinterpretare. Lo spettacolo è stato proposto finora una sola volta in Italia: martedì 9 luglio la seconda rappresentazione sarà a Pietrasanta, al Cro di via Garibaldi, alle 22.

 

Il personaggio e la storia

Hess fu paracadutato in Inghilterra nel 1941 per misteriose trattative col governo britannico e internato in un manicomio inglese come pazzo.

Alla fine della seconda guerra mondiale, fu condannato all’ergastolo e rinchiuso nel carcere berlinese di Spandau, di cui è stato l’ultimo occupante. Lì ha vissuto in totale solitudine per oltre vent’anni. Definito “L’uomo più solo del mondo” e “Sua Signoria Imprigionata”, Hess ha condotto a Spandau un’esistenza signorile e sinistra, tra leggende di presenze spettrali, pranzi raffinati, biblioteche allestite nel parco.

Rudolf Hess fu trovato morto il 17 agosto 1987, il giorno della sua scarcerazione. Aveva 93 anni e un cavo elettrico legato intorno alla gola. Fu cremato, le sue ceneri disperse per timore che la sua tomba divenisse teatro di raduni nazisti.

 

Lo spettacolo

Hess è una sorta di testamento, elaborato secondo i principi dei Dieci Comandamenti, nell’ultimo giorno di vita del gerarca nazista.

Non dà risposte preconfezionate, non prende posizione e non aiuta a prenderne. È un testo scomodo per i giudizi che dà, sulle presunte libertà e valori con i quali avremmo respinto il pericolo di dittature.

Il testo ci mette di fronte a un vecchio amaro e dimesso, un debole, un vinto. Non parla di nazismo, ma di noi stessi. Partendo da un personaggio rappresentativo di quanto ci sia di più distante dalle nostre verità odierne, ci costringe a interrogarci su cosa sia la verità.

Hess è una produzione Tazio Torrini – Telluris Associati. Lettura di e con Tazio Torrini. Con la collaborazione di Letteria Giuffré Pagano; traduzione di Horia Corneliu Cicortas.

 

Tazio Torrini

Nato a San Giovanni Valdarno (AR) nel 1976, si dedica fino dall’adolescenza alla recitazione teatrale. L’esordio professionale è nel 1997 quando, interpretando il poeta Dino Campana, partecipa come attore protagonista al film Il più lungo giorno (Prix du Public 1998 al festival di Annecy).

Torrini trova tuttavia una identificazione più spontanea e immediata nel percorso di attore teatrale. Ha esordito con importanti realtà della ricerca come Compagnia Kripton e Rem&Cap.

Nel 2001 si diploma alla Scuola del Teatro Stabile di Genova, per poi arricchire la sua formazione con importanti nomi del Teatro italiano e straniero.

Con la propria associazione, Telluris Associati porta avanti progetti che spaziano dalle nuove drammaturgie, al teatro ragazzi e alla didattica teatrale per scuole, bambini e adulti. Ha collaborato con diverse compagnie, la più importante delle quali col regista Roberto Bacci e la Compagnia Pontedera Teatro (adesso Crst – Teatro Nazionale della Toscana), recitando in tutte le produzioni dal 2002 a oggi.

 

Info

Cosa: Hess, di e con Tazio Torrini
Dove: Cro, via Garibaldi 65, Pietrasanta
Quando: martedì 9 luglio, ore 22
Ingresso libero. Tessera Arci obbligatoria
Prima dello spettacolo è possibile cenare
Per informazioni e prenotazioni: tel. 329 849 6801

 

Foto di Luca Calugi