Trame d’estate: a Seravezza quattro giorni fra letteratura e giornalismo

Dal 19 al 22 agosto 2021, al Palazzo Mediceo di Seravezza, torna Trame d’estate: incontri su letteratura e giornalismo

 

I giardini di Palazzo Mediceo di Seravezza ospitano, dal 19 al 22 agosto, la nona edizione del festival Trame d’estate. Quattro serate fra giornalismo e letteratura per un lungo racconto dell’Italia di oggi. Tra gli ospiti, Giampaolo Simi e Antonio Manzini, Gene Gnocchi, Luca Bottura e Ritanna Armeni.

La rassegna presenta due incontri al giorno, alle 18,30 e alle 21,30.

 

Giovedì 19 agosto

Si parte giovedì 19 agosto con Luca Bottura, intervistato da Isabella Belcari. Giornalista, scrittore e autore di programmi radio e tv, Bottura presenta il suo ultimo libro, Manifesto del Partito Impopolare (Einaudi), divertente satira sulle pulsioni culturali e politiche dell’Italia contemporanea.

Due bestselleristi del calibro di Antonio Manzini e Giampaolo Simi, saranno protagonisti del secondo incontro della giornata, una sorta di presentazione incrociata dei romanzi editi quest’anno da Sellerio. Si tratta di Vecchie conoscenze, per Manzini, ennesima indagine dell’amatissimo vicequestore Rocco Schiavone. E di Rosa Elettrica per Simi, noir teso e pieno di rivolgimenti, con protagonisti un giovane boss della camorra e la poliziotta che lo ha in custodia.

 

Venerdì 20 agosto

Per la seconda serata l’apertura è affidata a Gianmarco Gaspari che parlerà del letterato Giuseppe Baretti, gran fustigatore del ’700, del quale si celebrano i trecento anni della nascita e al quale è stato recentemente dedicato un nuovo studio, Lingua e stile in Giuseppe Baretti (ETS) a cura di Daniela Marcheschi. Lo scrittore Guido Conti leggerà nell’occasione alcuni scritti umoristici e satirici di Baretti, testimoni della grande modernità dell’autore.

Alle 21,30 la giornalista e scrittrice Ritanna Armeni, autrice di Per strada è la felicità (Ponte alle Grazie), dialogherà con la studiosa di letterature comparate Luisa Marinho Antunes, che per Marietti 1820 ha pubblicato Le malizie delle donne. Con loro la direttrice del quotidiano La Nazione Agnese Pini.

 

Sabato 21 agosto

Politica protagonista sabato 21 agosto con il dibattito sul saggio Tre minuti trentuno secondi. Francesco Cossiga: il silenzio e il fragore. L’autore, Giampiero Guadagni, sarà intervistato dalla giornalista di Rai Uno Dania Mondini.

Alle 21,30, Pierpaolo Capovilla propone La religione del mio tempo, lettura in tre atti di alcuni scritti ancora oggi attualissimi di Pier Paolo Pasolini.

 

Domenica 22 agosto

Per la chiusura del festival, domenica alle 18,30 focus sull’opera di Gianni Rodari con il critico letterario Daniela Marcheschi e con Grazia Gotti, presidente del Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita dello scrittore. L’attrice Alessandra Evangelisti leggerà alcuni estratti dell’opera di Rodari.

Infine, alle 21,30 Gene Gnocchi, autore per Solferino de Il gusto puffo. Il comico, conduttore, cantante e scrittore presenterà il libro in un incontro-spettacolo, intervistato da Guido Conti.

 

Info

Il festival è organizzato dal Centro Internazionale di Studi Europei Sirio Giannini d’intesa con il Comune di Seravezza, con il patrocinio di Regione Toscana e Fondazione Terre Medicee, la collaborazione di Cooperativa Letteraria di Torino, Festival Premio Emilio Lussu di Cagliari, Associazione Il Giardino delle Parole, Libreria Ticinum e con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Lucca Promos, The Lands of Giacomo Puccini. La direzione artistica è affidata a Guido Conti e a Chiara Tommasi, presidente del Centro Studi Sirio Giannini.

Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito. Si accede con green pass. È gradita la prenotazione al 333 4613397 o scrivendo a info@centrostudisiriogiannini.org.