Tutte le “carrette” del Carnevale di Viareggio

Presentati questa mattina, – alla Cittadella del Carnevale – i 7 bozzetti delle pedane aggregative del prossimo Carnevale di Viareggio. Fantasia, anniversari e omaggi alle maschere e alle tradizioni viareggine dai gruppi di carnevalari volontari 

di redazione

 

Carnevale dal basso, ovvero le pedane aggregative – a Viareggio dette le “carrette”.

Sono formate da gruppi di persone (famiglie, amici,vicini, abitanti del quartiere ecc.) con un grande amore per il Carnevale, a volte anche associazioni che poi operano sul territorio o rioni,  volontari autofinanziati che danno vita a piccoli carri e mascherate. Con un occhio di riguardo verso i bambini, vero motore del Carnevale di Viareggio.

Inizia per Liveversilia, – per la prima volta – il viaggio nel  Carnevale  di Viareggio, con la prima puntata che racconta in anteprima – dopo la presentazione  dei bozzetti – cosa andrà a riempire i viali a mare il prossimo anno nel corso dei 5 corsi mascherati sui viali a mare (9 – 17 – 23 febbraio e 3 e 5 marzo).

Partendo dal basso, nel  senso migliore del  termine, ovvero da chi semina l’amore per il Carnevale anche quando non è il suo tempo con idee, progetti e realizzazioni studiate con cura nel corso di tutto l’anno (appena finito il Carnevale precedente).

I temi sono di fantasia, anniversari e omaggi alle maschere e alle tradizioni viareggine sulle 7  pedane che parteciperanno alla prossima manifestazione sfilando insieme alle costruzioni allegoriche in concorso.

CarnevalCorsaro, presente per l’11simo anno, si ispira al tema dei dolci e delle caramelle per la pedana dal titolo “Candy Corsaro crush” con maschere a tema: un insieme colorato di dolciumi in cartapesta.

#isalmastrosi, al 4 anno di presenza, si richiamano al tema del circo e propone una “invasione” di “Pagliacci” con abiti caratterizzati dai colori di Burlamacco: bianco, rosso e nero.

Burlamania festeggia i 10  anni di partecipazione con la pedana dal titolo “Eh già… noi siamo ancora qua”. Il bozzetto è firmato dal costruttore Luciano Tomei, con un tripudio di Burlamacchi in varie versioni e pose. Al centro un grande 10 come simbolo della ricorrenza. Maschere Burlamacco.

#nonsolounacarretta e il gruppo Bagno Aretusa (da 5 anni presenti al Carnevale) presentano “Il ritorno di Jack viareggino” (Pirati all’arrembaggio). A metà tra storia e leggenda si narra che un pirata viareggino di nome Jack abbia solcato i mari portando gioia e allegria nei luoghi in cui oggi si fa Carnevale. Presente in maschera una ciurma allegra e colorata per invadere gioiosamente la città.

 

i Burlamatti, “decani” con 20 anni di presenza alle sfilate, prendono in prestito il titolo di una celebre canzone del Carnevale di Viareggio che propongono “Ride Viareggio” come rievocazione della prima costruzione che il gruppo presentò davvero molti anni fa. Un pagliaccio coloratissimo, sotto un arcobaleno e un sole splendente.

Il Rione Darsena gioca con le parole e propone “Mascherata del cactus”. Recita l’inno del Carnevale: “passa un’ora di debauche”, quindi momento di relax e divertimento.

L’Istituto comprensivo Don Milani partecipa invece con “Puccini e Viareggio” una costruzione dedicata al Maestro e alla Viareggio storica. Al centro, la celebre foto di Puccini in sidecar per le strade di Viareggio, attorno riproduzioni degli scorci più suggestivi di Viareggio. Coinvolti insegnati e genitori nella costruzione con  figuranti in costume da bagno tipici di inizio Novecento.

 

foto copertina: belle maschere al Carnevale di Viareggio Fondazione Carnevale