Viareggio, a Sergio Staino il Burlamacco d’Oro 2020

È Sergio Staino, vignettista (con il suo celebre alter ego Bobo), regista, uomo di cultura, il vincitore del premio Burlamacco d’Oro 2020.

Il riconoscimento è attribuito ogni anno dalla Fondazione Carnevale di Viareggio ed è parte integrante della storia del Carnevale della città.

Il Burlamacco d’Oro sarà consegnato domenica 9 febbraio, alle 11, nel corso di una cerimonia alla Gamc Lorenzo Viani (piazza Mazzini).

Nell’occasione sarà inaugurata la mostra Sapore di satira, con una selezione di vignette di Staino, tratte dalla sua collezione Ridi, ridi che mamma ha fatto gli gnocchi. La mostra sarà poi trasferita ai Musei in Cittadella, dove resterà aperta fino alla fine del Carnevale.

“Con spirito critico e con l’ironia pungente ha saputo raccontare attraverso la sua matita la nostra contemporaneità, con i suoi pregi e i suoi difetti, prendendo di mira il mondo politico e la società”, si legge nella motivazione del premio.

“Firma tra le più prestigiose della comunicazione satirica, è stato autore del bellissimo manifesto del Carnevale di Viareggio 2020. Le sue vignette, come del resto i carri allegorici del Carnevale, sono opere frutto della massima libertà di espressione e di critica”.

Istituito nel 1998, il Burlamacco d’Oro è dedicato alla maschera simbolo del Carnevale di Viareggio, ed è il riconoscimento della città a uomini ed artisti straordinari. Viene destinato ogni anno a personaggi del mondo dello spettacolo e dei media i cui percorsi artistici richiamano le caratteristiche salienti della manifestazione.

Negli anni è stato attribuito tra gli altri a Dario Fo, Roberto Benigni, Mario Monicelli, Carlo Verdone, Paolo Virzì, Neri Marcorè.