Viareggio: musica, spettacoli e dibattiti per i “Giorni della memoria”

Dal 3 al 7 agosto, nella Pineta di Levante a Viareggio, l’associazione Il Mondo che vorrei organizza i “Cinque giorni della memoria e della solidarietà”. Musica, spettacoli e dibattiti per ricordare la strage di Viareggio

 

La musica dei Kinnara, di Abramo & la bicicletta a righe e di Luca Bassanese. Le percussioni afro-brasiliane dei Pedrasamba e il teatro di Elisabetta Salvatori. E poi incontri, dibattiti, una mostra, bar, cucina…

Alla Pineta di Levante torna l’appuntamento con i Cinque giorni della memoria e della solidarietà organizzata all’associazione Il Mondo che vorrei, nata dopo la strage di Viareggio del 29 giugno 2009, il più grande incidente ferroviario in Italia e in Europa degli ultimi 30 anni.

 

Il programma

Tutti i giorni, dalle 18, saranno aperti la mostra Incancellabile, il bar e gli stand espositivi.

Dalle 19,45, spazio giochi per i bambini realizzato dalla Cooperativa Crea

E cucina casalinga con menù di terra e di mare

A partire dalle 22 video, incontri, dibattiti, spettacoli teatrali e concerti.

In dettaglio, sabato 3 agosto alle 22,30 il primo spettacolo è dei Kinnara, con il concerto Viaggio nelle canzoni di Fabrizio De Andrè.

Domenica 4 agosto due appuntamenti: alle 20 Pedrasamba, gruppo di percussioni Afro Brasiliane. A seguire, alle 22, il dibattito Quale cassazione?, al quale parteciperanno avvocati e consulenti.

Sarà di Abramo & la bicicletta a righe il concerto di lunedì 5 agosto (ore 22).

Dibattito e spettacolo teatrale martedì 6 agosto. Alle 21 si parlerà di sicurezza con i ferrovieri (Sicurezza: i ferrovieri ci parlano). Alle 22 Elisabetta Salvatori presenterà il suo monologo La bimba che aspetta, accompagnata dal violino e chitarra di Matteo Ceramelli.

Chiusura mercoledì 7 agosto alle 22, con il gran finale affidato a Luca Bassanese & la Piccola Orchestra Popolare per il concerto Colpiscimi Felicità.

 

Nella foto, Luca Bassanese & la Piccola Orchestra Popolare